Questo sito utilizza cookie analitici, tecnici e di profilazione anche di "terze parti".

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui

Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.

Il verbo être

ultima modifica: 20/11/2019


In francese il verbo être può essere utilizzato in numerose costruzioni differenti, non solo nella sua accezione più comune di ausiliare. Questa sezione affronta il verbo être a 360°, esaminandone gli utilizzi e le sfumature sia come ausiliare che come verbo principale.Esattamente come in italiano, anche in francese il verbo être è uno dei due verbi ausiliari, insieme ad avoir, poiché viene utilizzato per la formazione dei tempi composti, ma può essere utilizzato anche come verbo principale. Al pari di ogni altro verbo in francese, anche être deve essere preceduto dal pronome personale soggetto, tanto nell’utilizzo come ausiliare quanto in quello come verbo principale.


INDICE



Pss... Ascolta! Se sei un principiante e vuoi imparare il francese in modo diretto e naturale, se non ami studiare la grammatica ma preferisci impararla automatizzandola in maniera diverte, dai un'occhiata al corso di francese gratuito per principianti, DSA friendly e basato su principi di didattica inclusiva! :)



être come verbo principale


Oltre alla sua funzione di ausiliare, il verbo être può essere utilizzato anche come verbo principale della frase. A seconda del contesto, può assumere molteplici significati:


  • - esistere, essere presente. Je pense, donc je suis. Penso, dunque sono (esisto).
  • - andare, recarsi. J’ai été à Rome. Sono stato (andato) a Roma.
  • - stare, trovarsi. Je suis bien dans cette école. Sto (mi trovo) bene in questa scuola.
  • - appartenere, essere di proprietà. À qui est ce livre? Di chi è (A chi appartiene) questo libro?
  • - esercitare una professione. Il est avocat. È un (Fa l’) avvocato.



être come verbo ausiliare


In quanto verbo ausiliare, il verbo être può essere utilizzato per la formazione di ogni tempo composto. Questo accade solo a determinate condizioni:


  • con i verbi alla forma passiva,
  • Marie a été mordue par son chat. Marie è stata morsa dal suo gatto.
  • con i verbi riflessivi
  • Grégoire s’était perdu. Grégoire si era perso.
  • con i verbi intransitivi che indicano movimento o cambiamento di stato. Mon père est rentré dans la voiture. Mio padre è entrato in macchina.


Il verbo être può essere anche utilizzato con un aggettivo, quando si vuole indicare uno stato o una condizione.


  • Il est italien. È italiano.
  • Elle est heureuse. È felice.



  • la voix passive


    In francese, la forma passiva dei verbi si forma esclusivamente utilizzando il verbo être, coniugato allo stesso tempo del verbo alla forma attiva, a cui si aggiunge il participe passé (participio passato) del verbo principale, che concorda sempre col soggetto in genere e numero.


    • La souris sera mangée par le chat. Il topo sarà mangiato dal gatto.
    • Le champion a été interviewé par de nombreux journalistes. Il campione è stato intervistato da molti giornalisti.



    le differenze tra il est e c’est


    A differenza di quanto accade in italiano, in francese all’inizio di una frase, prima del verbo être, deve sempre essere presente un soggetto. La frase italiana con il verbo essere a inizio frase senza soggetto viene resa, in francese, con il verbo être preceduto, a seconda dei casi, da ce o il (ils/elle/elles). C’est, che diventa ce sont al plurale e ce n’est pas alla forma negativa, si usa nei seguenti casi:


    • - con nomi determinati, ossia preceduti da un determinante, come un articolo o un aggettivo dimostrativo, numerale o possessivo;
      • C’est un livre. È un libro.
      • C’est ce livre. È questo libro.
      • Ce sont quatre livres. Sono quattro libri.
      • C’est mon livre. È il mio libro.

    • - con un pronome personale tonico, possessivo o dimostrativo (anche neutro);
      • C’est moi. Sono io.
      • C’est le tien. È il tuo.
      • C’est celui que tu veux. È quello che vuoi.
      • C’est ce que je pense. È quello che penso.

    • - con una preposizione, un avverbio o un indicatore temporale;
      • C’est sur la chaise. È sulla sedia.
      • C’est ici. È qui.
      • C’est samedi. È sabato.

    • - con un aggettivo utilizzato in senso neutro;
      • C’est difficile! È difficile!
      • Le croissant, c’est bon! Il cornetto è buono!
      • -con un nome proprio;
      • C’est Jules. È Jules.
      • C’est madame Blanc. È la signora Blanc.

    • - in una perifrasi per evidenziare un soggetto o un complemento;
      • C’est à Paris qu’il est né.È nato a Parigi.
      • C’est lui qui j’ai connu. È lui che ho conosciuto.

    • -con un infinito preceduto da un altro infinito.
      • Vouloir, c’est pouvoir. Volere è potere.


    Il est (o ils sont/elle est/elles sont, a seconda dei casi) si usa invece nei seguenti casi:


    • -con nomi non determinati, ossia non preceduti da un determinante, per indicare una nazionalità, una professione, uno stato civile o una religione;
      • Il est italien. È italiano.
      • Elle est infirmière. Fa l’infermiera.
      • Ils sont divorcés. Sono divorziati.
      • Elles sont catholiques. Sono cattoliche.

    • -con aggettivi o avverbi riferiti a un nome che precedono o seguono;
      • J’aime Brad Pitt, il est si beau. Mi piace Brad Pitt, è così bello.
      • Stéphan? Il est là-bas. Stéphane? È laggiù.

    • -con un’espressione temporale che indica un orario;Il est cinq heures. Sono le cinque.Il est midi. È mezzogiorno.Il est tard. È tardi.

    • -con aggettivi seguiti dalle formule de+infinito o que+congiuntivo.
      • Il est facile de comprendre cette leçon. È facile capire questa lezione.
      • Il est difficile que nous comprenions cette leçon. È difficile che capiamo questa lezione.



      Il présent progressif


      Il présent progressif, o présent continu, fa parte dei cosiddetti gallicismi, utilizzati per descrivere diverse sfumature temporali passate, presenti o future. Viene utilizzato per descrivere azioni che si stanno svolgendo nel momento in cui si sta parlando o in un dato momento del passato o del futuro.
      Si forma con être en train de più l’infinito del verbo principale e corrisponde all’italiano stare + gerundio.


      • Il est en train de prendre son petit-déjeuner. Sta facendo colazione.
      • Elles étaient en train de suivre un cours d’anglais. Stavano seguendo un corso di inglese.



      peut-être ou peut être


      Alcuni casi di omografia in francese meritano una menzione particolare. Il verbo pouvoir (potere), se utilizzato prima del verbo être, può dare adito a due interpretazioni: nella forma classica, senza trait d’union (trattino) fra le due parole, ha il normale significato di poter essere e può essere coniugato normalmente; se, viceversa, è presente il trait d’union, l’espressione ha valore avverbiale (dunque non si coniuga) e significa forse, magari, eventualmente.


      • Cette loi peut être acceptée. Questa legge può essere accettata.
      • Je pourrais peut-être l’inviter. Forse potrei invitarla.



      Je suis: (suivre) vs (être)


      Occorre prestare attenzione anche all’omografia tra le prime persone singolari del presente indicativo di due verbi, che appaiono esattamente identiche: je suis, infatti, può essere tanto la prima persona del verbo être, quindi significare io sono, quanto quella del verbo suivre(seguire, sia nel senso di controllare che di frequentare) e significare pertanto io seguo/controllo/frequento.


      • Je suis Marc. Sono Marc.
      • Je suis le planning. Seguo il piano.



      Espressioni idiomatiche


      Il verbo être è presente anche in alcune delle espressioni idiomatiche più utilizzate in francese, di cui riportiamo solo alcuni esempi:


      • - Être à la bourre. Essere in ritardo.
      • - Être dépassé. Non farcela più, aver raggiunto il limite.
      • - Être sans le sou. Non avere un soldo.
      • - Être à plat. Essere a terra.
      • - Être dans les vapes. Essere nel pallone.
Rating 0.00 (0 Votes)

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

cartoneanimatofrancese1
cartoneanimatofrancese2
corso di francese online gratis
Corsi di francese online, metodo diretto e didattica inclusiva - Newsletter
https://etapplearning.it/blog/i-pronomi-in-francese-2

I pronomi francesi

Leave review
In francese esistono vari tipi di pronome, che verranno esaminati nella lor...
Read More
https://etapplearning.it/blog/aggettivi-francesi#possessivi

Aggettivi francesi

Leave review
Leggendo questo articolo scoprirai anche come accordare per genere e per nu...
Read More
Verbo essere in Francese

Il verbo être

Leave review
In francese il verbo être può essere utilizzato in numerose costruzioni dif...
Read More
Verbi francesi: avoir, faire, aller, venir, atteindre

Avoir e faire, aller e venir, atteindre e attendre

Leave review
Read More
Chiara Basile ci parla di dislessia, Happy Days e font ad alta leggibilità

Chiara Basile: DSA, Fonzie e font ad alta leggibilità

Leave review
Sapevi che Fonzie di Happy Days (l'attore) era dislessico? Ce lo ha detto C...
Read More
cartoneanimatofrancese1
cartoneanimatofrancese2
corso di francese online gratis
Corsi di francese online, metodo diretto e didattica inclusiva - Newsletter

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001